WHISTLEBLOWING

Il decreto legislativo 24 del 10 marzo 2023 introduce l’obbligo di istituzione di un sistema di segnalazione delle condotte illecite che preveda la protezione del dipendente segnalante.

Whistleblowing è l’espressione utilizzata per indicare l’attività di un soggetto che lavora all’interno di una azienda, sia essa pubblica o privata, e che decide di segnalare un illecito, una violazione di norme, una frode o un pericolo di cui è venuto a conoscenza durante lo svolgimento della sua attività lavorativa.

Fuoriluoghi ha predisposto un canale di segnalazione interno che garantisce la riservatezza dell’identità del segnalante e della persona coinvolta nonché del contenuto della segnalazione.

La segnalazione può avvenire anche da parte di lavoratori autonomi, ivi compresi quelli con rapporto di collaborazione, da liberi professionisti e consulenti.

Oggetto della denuncia possono essere tutti i comportamenti, a parere del segnalante, illeciti, di natura civile, penale, amministrativa e contabile lesivi sia di un interesse pubblico che di uno privato.

La tutela dei segnalanti va al di là del mero rapporto di lavoro e si estende anche a situazioni venute a conoscenza dell’interessato durante la fase precontrattuale o durante la procedura di selezione.

La tutela deve sussistere anche durante il periodo di prova o alla fine del rapporto di lavoro, quando lo stesso si sia estinto.


 

Di seguito il link per la segnalazione e/o l’indirizzo mail da contattare:

Whistleblowing

whistleblowing@fuoriluoghi.it